COSA SIGNIFICA IDENTITÀ PER UN POPOLO UNICO AL MONDO?

Non ama dare nell’occhio, è riservata con chi non conosce, ma aperta al mondo e curiosa verso le persone che lo abitano. Cristina Buttolo incarna lo  spirito dei resiani, una comunità di persone con un codice genetico a sé stante, che abita da centinaia di anni tra le montagne friulane. Cristina sarà speaker al TEDx Udine Nove Muse del prossimo 19 marzo e ci parlerà di identità e di quale profonda bellezza racchiude in sé. Nell’attesa le ho posto qualche domanda.

Un giorno, pedalando verso la Val Resia, mi è sembrato di andare verso qualcosa di differente dal mondo che già conoscevo. Confesso che ha avuto un certo peso sulla mia suggestione anche la lettura di Ninfa Dormiente di Ilaria Tuti, ambientato proprio in Val Resia. Questa sensazione di lasciare una dimensione per un’altra è comune anche ad altre persone che si avvicinano alla tua terra?

Quando lasci Resiutta e percorri la provinciale che porta alla valle, puoi in effetti pensare “Oddio, dove mi sto imbucando?”, e se hai già sentito parlare dei resiani, è probabile che tu ti senta affascinato da un po’ di quel mistero che è legato alla nostra identità… quindi, sì, alle persone che vengono da queste parti capita di avere l’impressione di entrare in una terra sospesa nel tempo.

A proposito di tempo, dicono che la cultura propria dei resiani sembra quasi cristallizzata, nel tempo… è vero? 

Sì, forse per il nostro carattere fortemente identitario non abbiamo perso molto rispetto al passato. Modifiche alla propria identità nel corso del tempo sono naturali, affermare il contrario sarebbe come dire che le pietre di un fiume non vengono smussate dal corso dell’acqua. Ma avvertiamo ancora molto forte l’orgoglio e il piacere di essere un piccolo mondo. Ti faccio un esempio. Quando sappiamo che una compaesana si è fidanzata, fra di noi, nella nostra lingua, chiediamo: «To dȉn Laški bo dȉn naši? (È un italiano o uno dei nostri?)» 

Cristina, cosa c’è nell’identità? (Senza però svelarci troppo del tuo talk al TEDx!)

Credo che nell’identità si celi la bellezza della diversità. I resiani non hanno solo usi e costumi propri, ma anche un loro modo di parlare e di pensare legato alla loro lingua. Per me diversità è bellezza. Tutti nel mondo abbiamo qualcosa di nostro da esprimere e bellezza è esprimersi, raccontarsi, parlare della propria cultura e confrontarsi con gli altri e conoscerli. Penso che la globalizzazione sia una grossa opportunità per accogliere l’identità come una ricchezza, da custodire e condividere. 

Come si fa a mantenere la propria identità?

Bisogna avere la libertà di esprimersi senza nascondersi o sentirsi minacciati. L’identità è gioia e ognuno deve potersi esprimere come meglio crede, anche se, a volte, dichiarare un’appartenenza può suscitare diffidenza. Collegandomi a quanto detto prima, in una società moderna e globalizzata come la nostra è molto importante conservare la propria identità, ma deve essere una libera scelta. Come genitore, attraverso la nostra lingua, cerco di trasmettere a mio figlio il valore della nostra terra, ma senza alcuna pretesa. Quando crescerà ne farà ciò che riterrà meglio per sé.

Cristina, i resiani rappresentano una piccola e preziosa comunità, ma piccolo, a volte, significa anche fragile…

Se parliamo della lingua, ti direi di sì. Ma se parliamo di ciò che significa essere resiani, ti dico di no. Noi racconteremo sempre une delle nostre favole ai nostri bambini, balleremo sempre le nostre danze, sentiremo sempre la musica e metteremo sempre in scena il nostro carnevale. Tutto muta, bisogna farsene una ragione, ma noi continueremo a esprimerci come resiani e a farci in quattro per essere accoglienti, parlare di noi e lasciare un bellissimo ricordo in chi ci viene a trovare. È un po’ come una ricetta; se la tieni solo per te morirà con te, se lo condividi vivrà nelle generazioni future. 

Grazie Cristina!

TEDx Udine Nove Muse si avvicina, hai già prenotato il tuo posto al teatro Giovanni da Udine il 19 marzo?

TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?
CONDIVIDILO!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

SFOGLIA GLI ALTRI ARTICOLI

Consapevolezza TEDxUdine - Damiano Cantone

Consapevolmente inconsapevoli

Quanto siamo realmente consapevoli di noi e della società in cui viviamo? E quanto siamo consapevoli della nostra realtà, delle emozioni, delle relazioni, dell’incapacità di

Leggi Tutto »