Blog

Quin, una realtà che crede nelle idee di valore

Si chiama Quin srl ed è un’azienda abituata a pensare in grande. Nata nel 2011, la realtà udinese che ha sede in viale Ledra ha maturato una crescita importante, anno dopo anno, ottenendo anche riconoscimenti internazionali. Il segreto? Un team altamente qualificato pronto ad accogliere stimoli esterni e un approccio innovativo alla base, che contestualmente porta avanti tematiche di organizzazione, di innovazione dei processi e di digitalizzazione integrate tra loro in un obiettivo unico: il miglioramento delle performance aziendali.

Quin è una società unica nel suo genere, in grado di unire competenze tecniche e consulenziali nel mondo della Supply Chain. “E’ nata  – spiega Fabio Valgimigli, amministratore delegato di Quin – da una idea di business condivisa da un gruppo di professionisti-amici e incentrata sulla creazione di valore tramite percorsi mirati per i nostri clienti. C’è un giusto bilanciamento tra buone pratiche riconosciute, salvaguardia degli investimenti fatti, introduzione di tecnologie e sistemi allo stato dell’arte e soprattutto valorizzazione del capitale umano e del patrimonio di competenze che ogni azienda ha al suo interno”.

Nell’arco di soli otto anni la realtà udinese si è solidificata e si è ampliata, con un fatturato in salita costate con una percentuale a doppia cifra: Oggi conta una trentina di dipendenti fissi e altri consulenti esterni, con sede a Udine e a Milano. Al fianco di grandi gruppi industriali, come delle piccole medie imprese. E i risultati non sono tardati ad arrivare: la realtà friulana è stata inserita tra le eccellenze dell’anno, vincendo a dicembre Le Fonti Awards – nell’ambito del Ceo Summit di Milano – nella categoria Innovazione & Leadership – Operations management. L’intelligenza artificiale e le nuove tecnologie sono dunque le sfide future per Quin srl, che non poteva non sostenere la seconda edizione del TEDxUdine, in programma sabato 9 marzo al teatro San Giorgio. “Per la nostra visione del futuro e di quello dell’industria italiana – spiega Valgimigli – , crediamo molto nella contaminazione di culture e settori diversi. Per questo motivo investiamo su eventi trasversali: lo abbiamo fatto per la prima edizione, 2 anni fa, e lo abbiamo fatto ancora. Il tema di quest’anno è ancora più vicino al nostro business quotidiano, ma soprattutto rappresenta la direzione di innovazione che Quin sta perseguendo con investimenti e formazione per essere un player sempre più qualificato”.